Università degli Studi Mediterraena RC Dipartimento Patrimonio Architettura Urbanistica 
Crotone Sviluppo S.p.a
CIA Calabria SUD 
Re.Co.Sol Comuni della Terra  comunisolidali.org/
Regione Calabria Dipartimento, Programmazione Nazionale e Comunitaria  http://calabriaeuropa.regione.calabria.it
Comune di Gioiosa Ionica http://www.comune.gioiosaionica.rc.it/
Comune di Badolato 
Comune di Gerace
Comune di Gioiosa Jonica 
Comune di San Nicola da Crissa
www.comune.sannicoladacrissa.vv.it/
Comune di Taurianova
Comune di Locri http://locri.asmenet.it/
Associazione dei Comuni della Locride
Consorzio Interuniversitario cois www.cois.it/
Movimento Europeo Consiglio Italiano

www.movimentoeuropeo.it/ 

Fimmina TV La TV Contro le Discriminazioni

European Business Mediterranee 
www.ebmgroup.it/
Pi Greco Communication  http://pigrecocommunication.it/
Itaca Società Cooperativa Sociale   

La Carta dei Diritti Fondamentali riconosce una serie di diritti personali, civili, politici, economici e sociali dei cittadini e dei residenti dell'Unione europea, fissandoli nella legislazione dell'Ue.

Nel corso del mese di Giugno 1999 il Consiglio europeo di Colonia ha ritenuto che fosse opportuno riunire in una Carta i Diritti Fondamentali riconosciuti a livello dell'Unione europea (Ue), per dare loro maggiore visibilità. I capi di Stato e di governo ambivano ad includere nella Carta i principi generali sanciti dalla Convenzione europea dei Diritti dell'Uomo del 1950 e quelli risultanti dalle tradizioni costituzionali comuni dei Paesi dell'Unione europea. La stessa, inoltre, avrebbe dovuto includere i diritti fondamentali attribuiti ai cittadini dell'Ue, nonché i diritti economici e sociali enunciati nella Carta Sociale del Consiglio d'Europa e nella Carta comunitaria dei Diritti Sociali Fondamentali dei Lavoratori, come pure i principi derivanti dalla giurisprudenza della Corte di Giustizia e dalla Corte europea dei Diritti dell'Uomo.

La Carta è stata elaborata da una convenzione composta da un rappresentante di ogni Paese dell'Unione e da un Rappresentante della Commissione europea, nonché da membri del Parlamento europeo e dei Parlamenti nazionali. Essa fu proclamata ufficialmente a Nizza nel Dicembre 2000 dal Parlamento europeo, dal Consiglio e dalla Commissione.

Nel Dicembre 2009, con l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona, è stato conferito alla Carta lo stesso effetto giuridico vincolante dei Trattati. A tal fine essa è stata modificata e proclamata una seconda volta nel Dicembre 2007.

Contenuto:

La Carta riunisce in un unico Documento i diritti che prima erano dispersi in vari strumenti legislativi, quali le legislazioni nazionali e dell'Ue, nonché le Convenzioni Internazionali del Consiglio d'Europa, delle Nazioni Unite (ONU) e dell'Organizzazione internazionale del lavoro (OIL). Grazie alla visibilità e alla chiarezza che la Carta conferisce ai diritti fondamentali, essa contribuisce a creare la certezza del diritto nell'Ue.

La Carta dei Diritti Fondamentali comprende un preambolo introduttivo e 54 Articoli, suddivisi in sette capi:

Capo I:"Dignità (dignità umana, diritto alla vita, diritto all'integrità della persona, proibizione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti, proibizione della schiavitù e del lavoro forzato)";

Capo II:"Libertà (diritto alla libertà e alla sicurezza, rispetto della vita privata e della vita familiare, protezione dei dati di carattere personale, diritto di sposarsi e di costituire una famiglia, libertà di pensiero, di coscienza e di religione, libertà di espressione e d'informazione, libertà di riunione e di associazione, libertà delle arti e delle scienze, diritto all'istruzione, libertà professionale e diritto di lavorare, libertà d'impresa, diritto di proprietà, diritto di asilo, protezione in caso di allontanamento, di espulsione e di estradizione)";

Capo III:"Uguaglianza (uguaglianza davanti alla legge, non discriminazione, diversità culturale, religiose e linguistica, parità tra uomini e donne, diritti del bambino, diritti degli anziani, inserimento dei disabili)";

Capo IV:"Solidarietà (diritto dei lavoratori all'informazione e alla consultazione nell'ambito dell'impresa, diritto di negoziazione e di azioni collettive, diritto di accesso ai servizi di collocamento, tutela in caso di licenziamento ingiustificato, condizioni di lavoro giuste ed eque, divieto del lavoro minorile e protezione dei giovani sul luogo di lavoro, vita familiare e vita professionale, sicurezza sociale e assistenza sociale, protezione della salute, accesso ai servizi d'interesse economico generale, tutela dell'ambiente, protezione dei consumatori)";

Capo V:"Cittadinanza (diritto di voto e di eleggibilità alle elezioni del Parlamento europeo e alle elezioni comunali, diritto ad una buona amministrazione, diritto d'accesso ai documenti, Mediatore europeo, diritto di petizione, libertà di circolazione e di soggiorno, tutela diplomatica e consolare)";

Capo VI:"Giustizia (diritto a un ricorso effettivo e a un giudice imparziale, presunzione di innocenza e diritti della difesa, principi della legalità e della proporzionalità dei reati e delle pene, diritto di non essere giudicato o punito due volte per lo stesso reato)";

Capo VII:"Disposizioni generali".

Campo di applicazione:

La Carta si applica alle Istituzioni europee nel rispetto del principio della sussidiarietà e in nessun caso può ampliare le competenze ed i compiti a queste attribuiti dai Trattati. Essa si adotta anche ai Paesi dell'Unione europea nell'ambito della loro attuazione della normativa dell'Ue.

Qualora uno qualsiasi dei diritti corrisponda ai diritti garantiti dalla Convenzione europea dei Diritti dell'Uomo, il suo significato e campo d'applicazione deve essere uguale a quello definito dalla convenzione, anche se il diritto comunitario può prevedere una maggiore tutela. Qualunque diritto risultante dalle tradizioni costituzionali comuni dei Paesi dell'Ue deve essere interpretato conformemente a tali tradizioni.

Il protocollo (n.) 30 ai Trattati, sull'applicazione della Carta alla Polonia e al Regno Unito, limita l'interpretazione della Carta da parte della Corte di Giustizia e dei tribunali nazionali dei due Paesi, in particolare per quanto riguarda i diritti relativi alla solidarietà (Capo IV).

Di seguito sarà possibile visionare tutti i nostri Euro link:

-Commissione europea;

-Parlamento europeo;

-Consiglio dell'Unione europea;

-Corte di Giustizia;

-Corte dei Conti;

-Servizio europeo per l'azione esterna;

-Banca centrale europea;

-Comitato economico e sociale europeo;

-Comitato delle Regioni;

-Banca europea per gli investimenti;

-Fondo europeo per gli investimenti;

-Mediatore europeo;

-Garante europeo per la protezione dei dati;

-Ufficio delle pubblicazioni;

-Ufficio europeo di selezione del personale;

-Scuola europea di amministrazione;

-Agenzie specializzate e organi decentrati;

I Ministeri italiani:

-Presidenza del Consiglio dei Ministri;

www.governo.it

-Affari Esteri;

www.esteri.it

-Interno;

www.interno.it

-Giustizia;

www.giustizia.it

-Difesa;

www.difesa.it/Segretario-SGD-DNA/SGD-DNA/

-Economia e Finanze;

www.mef.gov.it

-Sviluppo economico;

www.sviluppoeconomico.gov.it

-Politiche agricole alimentari e forestali;

www.politicheagricole.gov.it

-Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare;

www.minambiente.it

-Infrastrutture e Trasporti;

www.mit.gov.it

-Lavoro e Politiche Sociali;

www.lavoro.gov.it

-Salute;

www.salute.gov.it

-Istruzione, Università e Ricerca;

www.miur.it

-Beni e Attività Culturali e Turismo;

www.beniculturali.it

-Ufficio delle Pubblicazioni;

http://publications.europa.eu/it/home

-Coisp – Sindacato di Polizia;

http://www.coisp.it/

-Formez – Area Internazionale;

http://www.formez.eu/

-Regione Calabria;

http://www.regione.calabria.it/

-Consigliere Regionale di Parità;

http://www.regione.calabria.it/consiglieradiparita/

-Provincia di Reggio Calabria;

http://www.provincia.rc.it/

-Gioiosa Ionica;

http://www.comune.gioiosaionica.rc.it/

-Gerace.

http://www.comune.gerace.rc.it/

 

Tags:

Il progetto"Calabria&Europa", finanziato dalla Commissione Europea – Rappresentanza in Italia,ha come obiettivo la creazione di una struttura ospitante, una serie di servizi d'informazione e comunicazione della rete Europe Direct.
Nello specifico l'idea progettuale prevede la realizzazione di una Antenna Europe Direct in partenariato con diversi soggetti locali quali a partire dal 2018: l'Università di Unical Cosenza con il Consorzio inter-universitario COIS, formato dall’Unical, Università di Bologna, Università Jean Monnet di Bari, Università di Firenze e di Salerno; l’università Mediterranea di Reggio Calabria; La Regione Calabria con il Dipartimento Programmazione e Politiche Comunitarie; l’Associazione dei Comuni della Locride rappresentante i 42 comuni del territorio locrideo; il Consorzio Crotone Sviluppo ente di House della Provincia di Crotone, i Comuni di Badolato nel catanzarese, Mongiana e San Nicola da Crissa nel vibonese, Taurianova nella Piana di GioaTauro; Locri, Gioiosa Jonica e Gerace; gli enti del terzo settore Cooperative Itaca di Palmi, l’European Bussines Mediterranee di Cosenza. Per il settore comunicazione la società PiGreco Communication Srl che gestisce editing e il Free press la Rivera, la televisione Tematica di genere Fimmina TV. Quindi per il settore sociale e rappresentanze sindacali la Cia Calabria; la rete dei Comuni Solidali REcosol ente inglobante 109 comuni operanti in ambito nazionale per l’accoglienza e la cooperazione per lo sviluppo. Il Cime Nazionale Movimento Federalista Europeo con cui l’Edic propone iniziative culturali rivolte si giovani e ai cittadini come il Processo all’Europa.

Al fine di conseguire i risultati previsti l'Edic Calabria&Europa intende attivare servizi di informazione e comunicazione sulle iniziative e sulle politiche dell’Unione e sulla strategia europea un’Europa che protegge, dà forza e difende, sui bandi e i programmi comunitari. Fornire documentazione e pubblicazione europee per i cittadini, accesso a banche dati, ai siti internet istituzionali (Commissione Europea, Parlamento, La tua Europa ecc. ) e di interesse comunitario. Fornire informazioni sui diritti europei dei cittadini e sulla legislazione comunitaria. Svolgere azioni di sensibilizzazione e di animazione rivolte sia ai cittadini che ai giovani ponendo particolare attenzione, alle aree urbane che presentano situazioni di degrado sociale , alle aree rurali e montane, considerate zone “borderline”, al fine di superare la situazione di isolamento e lontananza dall’Europa che si registra maggiormente in tali territori.

Il piano di comunicazione per il 2018/2020, in coerenza con la strategia che il centro EDIC intende porre in essere, ha come obiettivo generale quello di comunicare ai diversi target di pubblico (cittadini, giovani, policy makers, imprese, organizzazioni della società civile e di categoria ecc.) del territorio della Regione Calabria le attività e le politiche dell’Unione Europea al fine di creare una maggiore conoscenza del funzionamento dell’Unione e delle sue istituzioni, nonché accrescere la consapevolezza dei diversi target di riferimento sui benefici che derivano dall’azione dell’Unione in termine di maggiore crescita, maggiore occupazione, maggiore sicurezza, miglioramento ambientale, maggiore uso delle tecnologie digitale, maggiore libertà di scambio di cui beneficiano oggi i cittadini europei. Il piano annuale, attraverso una strategia che combina diversi tipologie di strumenti e mezzi di comunicazione, ha come obiettivo specifico di comunicare le priorità e le azioni della Commissione Europea per realizzare un’Europa che protegge, da forza e difende, nonché sensibilizzare i cittadini ad una vasta partecipazione alle elezioni del Parlamento Europeo che si terranno nel 2019. Nello specifico il piano annuale si prefigge i seguenti obiettivi:

  1. Comunicare l’impegno e le azioni dell’Unione Europea per promuovere l’occupazione, la crescita e gli investimenti. Informare i cittadini, i policy makers ed i giovani su cosa l’Unione Europea sta facendo ed intende fare per il futuro al fine di aiutare gli Stati membri a creare le migliori condizioni possibili affinché i giovani sviluppino le competenze di cui hanno bisogno e diventino attivi sul mercato del lavoro e nella società (Le iniziative per sviluppare le competenze dei giovani e corpo europeo di solidarietà). Comunicare i risultati raggiungi nei primi due anni con il Fondo Europeo per gli Investimenti strategici e i programmi futuri dell’UE al fine di poter implementare l’azione di tale fondo a beneficio degli investimenti della crescita e dell’occupazione;
  2. Comunicare l’azione dell’Unione Europea per ridurre il divario tra le diverse regioni europee attraverso la politica di coesione. Il Centro EDIC attraverso eventi, post sugli spazi dei social network, notizie sul sito web e creazione di newsletter mirate, promuoverà la conoscenza presso i cittadini ed i giovani delle opportunità offerte dalla politica di coesione e dai fondi strutturali. Attraverso la diffusione della conoscenza di quanto l’Unione Europea, tramite i fondi strutturali, ha realizzato sul territorio calabrese a beneficio dei cittadini, consentirà di approfondire la conoscenza dell’operato dell’UE nonché rimuovere “visioni” ed informazioni distorte sull’Europa spesso veicolati presso i cittadini poco informati dai social network o dai mezzi di comunicazione di massa;
  3. Comunicare le attività dell’Unione Europea per sviluppare un mercato unico digitale connesso al fine di garantire maggiori benefici per le imprese e per i cittadini europei con una benefica ricaduta sull’occupazione e la crescita (WiFi4EU, contratti digitali ecc.). Particolare attenzione sarà data anche alla diffusione di informazioni sul piano di azione per l’economia circolare;
  4. Comunicare ed informare i cittadini ed in particolare i giovani sull’azione dell’Unione Europea per rafforzare la creazione di uno spazio europeo di diritti fondamentali basato sulla fiducia reciproca, far conoscere le azioni dell’UE per rafforzare i valori della libertà, della democrazia e dello Stato di diritto;
  5. Comunicare presso i cittadini, i policy makers locali le azioni e le strategie dell’Unione per gestire il fenomeno dell’immigrazione nel mediterraneo;
  6. Comunicare le azioni e le politiche dell’UE per rendere l’Unione monetaria più profonda e più equa, informando i cittadino come l’Euro ha prodotto e produce benefici economici enormi, anche se spesso invisibili, contribuendo così a rimuovere informazioni distorte o idee relative alla moneta unica come causa della mancata crescita economica e dello sviluppo locale;
  7. Comunicare ed informare i cittadini sull’importanza della partecipazione diretta alla vita dell’UE attraverso la partecipazione al voto per il rinnovo del Parlamento Europeo 2019;

Pertanto i temi chiave che s’intende comunicare per l’anno 2018 possono essere così sintetizzati: Politiche, azioni e priorità UE per occupazione e la crescita, l’Immigrazione, il mercato digitale connesso, la realizzazione di uno spazio europeo di diritti fondamentali, il rafforzamento della moneta unica, la partecipazione dei cittadini alle elezioni del PE.

Gli obiettivi del piano annuali saranno realizzate attraverso:

1.La realizzazione delle attività di comunicazione di base che nello specifico comprendono:

  • La gestione della linea telefonica dedicata in grado di rispondere alle esigenze informative degli utenti tutti i giorni anche oltre gli orari di sportello;
  • Attivazione di canali di comunicazione e messaggistica istantanei con la realizzazione di account skype e messager per poter contattare il centro per informazioni e appuntamenti 9 ore al giorno tutti i giorni dal lunedì al venerdì;
  • la realizzazione di incontri su richiesta e su appuntamento per particolare esigenze informative presso lo sportello del centro EDIC o in altre sedi (Sedi di co-working dell’Ente ospitante ecc.);
  • Distribuzione di pubblicazioni / informazioni / videoclip / messaggi sull' UE forniti direttamente dall’EU Book shop su richiesta o ideati dall’EDIC stesso su particolari azioni di comunicazione locale e regionale;
  • Cooperazione costante con la Commissione Europea Rappresentanza in Italia ed invio di feedback o realizzazione di specifiche attività richieste;
  • Implementazione degli strumenti di comunicazione ed interazione diretta con il pubblico come gli spazi sui social network (Facebook, twitter, linkedin, google+, You Tube, Instagram, flickr), con presenza costante e pubblicazione di informazioni con cadenza quotidiana in merito alle azioni, le politiche e le priorità dell’UE, in particolare le priorità contenute nel programma “L’Europa che protegge, dà forza e difende”;
  • Aggiornamento del sito web ed implementazione dei canali tematici già esistenti con nuove pagine web per meglio comunicare i temi chiavi del programma “L’Europa che protegge, dà forza e difende”. Nello specifico sarà attivato un nuovo canale tematico idoneo a fornire informazioni per i cittadini sul programma della Commissione “L’Europa che protegge, dà forza e difende” con particolare attenzione ai temi: occupazione e crescita, Immigrazione, mercato digitale connesso ed economia circolare, realizzazione di uno spazio europeo di diritti fondamentali, rafforzamento della moneta unica e maggiore equità;

Il Centro EDIC Calabria&Europa per il 2018 si prefigge di attuare il piano di comunicazione tramite l’organizzazione di eventi sia locali che a livello regionale. Nello specifico si prefigge di:

  • Realizzazione di n° 4 incontri nei diversi territori della Regione Calabria in previsione della campagna per le Europee del 2019. Gli incontri saranno finalizzati a sensibilizzare i cittadini sull’importanza di partecipare direttamente alla vita dell’Unione attraverso un voto informato e consapevole,
  • Realizzazione di n° 1 incontro di rilievo regionale sul programma dell’UE “L’Europa che protegge, dà forza e difende”. L’evento sarà finalizzato a spiegare ai cittadini le azioni e gli obiettivi dell’UE per rafforzare l’occupazione e la crescita, per gestire il fenomeno dell’immigrazione, per realizzare un mercato digitale maggiormente connesso e promuovere i benefici dell’economia circolare, per rafforzare lo spazio europeo di diritti fondamentale, realizzare una moneta unica più forte e più equa.
  • Realizzazione della festa del 9 Maggio a livello Regionale in collaborazione con i partner di progetto;
  • Realizzazione di un evento/convegno regionale sulle politiche dell’Unione Europea per l’immigrazione.

Il Centro EDIC parteciperà nel 2018 insieme ai partner di progetto alla realizzazione dei seguenti eventi:

  • Partecipazione all’organizzazione di n° 2 eventi regionali: Info day per l’orientamento e l’inserimento lavorativo dei giovani ed evento informativo sulla strategia S3 della Regione Calabria;

La realizzazione del piano di comunicazione per l’anno 2018 sarà garantita anche dalla realizzazione di prodotti per la comunicazione:

  • Realizzazione di una Pagina bimestrale a colori sul un free press a diffusione interprovinciale in n 20.000 copie. Le informazioni diffuse sulla pagina riguarderanno le azioni dell’UE per l’attuazione del programma e della strategia “L’Europa che protegge, dà forza e difende” in particolare le azioni chiave indicate nel piano annuale. Le stesse inoltre conterranno informazioni sulle novità legislative, le politiche dell’UE, i bandi e i programmi a gestione diretta, le opportunità offerte ai giovani tramite le politiche di coesione;
  • Preparazione ed invio costante (Con cadenza mensile ed in occasione di eventi del Centro o delle Istituzioni Europee sul territorio) di comunicati stampa per i media della carta stampata e le testate digitali; Invio degli stessi tramite mailing list di giornalisti locali e di radio e TV;
  • Realizzazione di n° 3 serie di infografiche interattive informative per informare i giovani per la prima volta al voto sull’importanza di partecipare alle elezioni del PE nel 2019;
  • Realizzazione e messa in onda della rubrica “SpazioEuropa” – Rubrica televisiva periodica da trasmettere sull’emittente “Fimmina TV”. Un format di informazione specialistica programmato per un ciclo di sei trasmissioni con servizi tematici puntualizzati sulle priorità della Commissione per il 2020, sul programma “L’Europa che protegge, dà forza e difende”, e sulla strategia prevista del Piano Junker per il 2018;
  • Realizzazione di una E- newsletter mensile “News dall‟Europa delle opportunità”
  • Attivazione di uno Sportello informativo al pubblico presso la sede operativa della struttura ospitante aperto al pubblico dalle ore 9.00 alle ore 13.00 tutti i giorni dal lunedì al venerdì. Realizzazione su richiesta da parte degli utenti di incontri ed attività di sportello in locali in co-working sul territorio regionale.

Il Piano di comunicazione viene realizzato tramite lo staff messo a disposizione della struttura ospitante e il coinvolgimento dei partner e di esperti sui temi trattati qualora si renda necessario.

ATTIVITÀ DEL PROGETTO

1)Sportello informatico al pubblico

Consiste in una struttura permanente che offre, in aggiunta al servizio di Ufficio Europa, (che si rivolge principalmente agli enti locali) già espletato dall'Associazione Eurokom, un servizio pubblico d'informazione immediatamente fruibile ai cittadini e ai giovani, nonché agli enti locali, alle scuole, alle imprese, relativamente alle Istituzioni europee, la legislazione, le politiche e i Programmi comunitari, le opportunità di mobilità ai fini di studio e lavoro. 
La stessa funzionerà da Centro di orientamento sulle fonti d'informazione esistenti a livello nazionale e comunitario, favorendo inoltre un uso strategico delle più moderne tecnologie dell'informazione e comunicazione, in linea con l'ammodernamento degli strumenti d'informazione comunitaria per promuovere attività di ricerca, diffusione di pubblicazioni e dibattiti. 
Lo sportello svolge inoltre attività di consulenza sulla soluzione di problemi dei cittadini inerenti l'esercizio dei diritti di cittadinanza europea, operando in collaborazione con altre strutture attive nel campo dei diritti di cittadinanza attiva e di tutela dei diritti umani. 
L'Antenna al fine di promuovere lo sviluppo sociale ed economico del territorio di riferimento svolgerà anche funzioni di assistenza e supporto agli enti locali sull'utilizzo dei programmi e delle iniziative comunitarie per intraprendere progetti di sviluppo. 
Tale attività rappresenta la continuazione del servizio di assistenza tecnica già erogata dal soggetto proponente agli enti locali della Locride convenzionati per le attività di Ufficio Europa. 
Esso opera, insieme ai soggetti partner del progetto, per diffondere le informazioni, servendosi dei servizi aggiuntivi forniti ai membri del network d'informazione Europe Direct, nonché della Rete degli informatori comunitari degli Uffici Europa realizzata con il progetto WEB EUropa del Formez. 
Lo sportello inoltre agisce in rete con gli altri partner, individuando presso gli stessi un referente esperto in comunicazione, come ad esempio gli addetti agli URP, in grado di dare un primo orientamento all'utente e di trasmettere le richieste e i quesiti al servizio dell'Antenna. 
Il Centro Edic è attualmente localizzato nella Città di Gioiosa Ionica presso i locali messi a disposizione dal Comune e situati all'interno del Palazzo Amaduri. E' accessibile a tutti i cittadini che desiderino ricevere informazioni, o accedere ai servizi internet, alle banche dati comunitarie tra le quali EURES, ovvero la banca dati sulle opportunità di lavoro in Europa. 
Lo stesso fornisce schede sintetiche descrittive e informative sui programmi comunitari, le politiche, le Istituzioni e il loro funzionamento, la costituzione, i diritti europei dei cittadini, le opportunità di mobilità e studio in Europa.

Durata attività:

Il Centro è operativo da Gennaio 2005 e soggetto a rinnovo ogni 5 anni attraverso bando pubblico.

2)Centro documentazione"Calabria&Europa"

L'Antenna ospita un servizio di documentazione che consiste nella messa a disposizione dei cittadini dell'accesso diretto o via internet alle banche dati europee, tra cui EURES sui posti di lavoro in Europa, alla documentazione e alla legislazione comunitaria. 
Fornisce documentazione e pubblicazioni gratuite delle Istituzioni comunitarie per il grande pubblico. 
Il centro è dotato di apparecchiature televisive collegate al servizio Europa via satellite e strumentazioni per videoconferenze che vengono utilizzate per organizzare eventi di formazione, informazione e sensibilizzazione su temi specifici, garantendo alle comunità locali un diretto contatto con i rappresentanti e gli esperti delle Istituzioni comunitarie. 


Durata attività:

Il Centro è operativo da Gennaio 2005 e soggetto a rinnovo ogni 5 anni attraverso bando pubblico.

3)Sito web Calabria&Europa

I servizi dell'Antenna sono pubblicizzati e resi fruibili in rete su un apposito sito web:"www.eurokomonline.eu".Sono quindi fornite online informazioni sulle politiche comunitarie, diffondendole a livello locale e su tutto il territorio di riferimento. 
Sullo stesso sono visibili i link di tutte le piattaforme delle Istituzioni comunitarie e di altri punti d'informazione della rete Europe Direct.
Il sito ospita inoltre un forum digitale di discussione aperta, dove lo spazio del confronto è accessibile a tutti i cittadini interessati per ampliare lo scambio di opinioni e le comuni conoscenze. 
E' inoltre possibile, attraverso un servizio di mailing list tematiche, porre quesiti e ottenere risposte dal personale dell'Antenna. 
I quesiti raccolti per aree tematiche verranno posti tramite la linea Intranet agli esperti dell'Helpdesk del Network di EUROPE DIRECT.


Durata attività:

Le attività sono ancora in corso.

4)Attività di animazione e sensibilizzazione

Le attività di animazione e sensibilizzazione consistono nella realizzazione delle seguenti iniziative:

-Festa dell'Europa;

-Due incontri annuali di informazione destinati a coinvolgere le scuole delle aree rurali delle tre Province;

-Workshop informativi presso le strutture dei partner;

-Interventi degli operatori dell'Antenna a convegni e seminari sui temi comunitari.

Durata attività:

Le attività sono ancora in corso.

5)Comunicazione

L'Antenna "Calabria&Europa" e tutti i servizi del Network EUROPE DIRECT sono pubblicizzati attraverso delle azioni di comunicazione indirizzate ai diversi target di riferimento. 
Nello specifico sono realizzate brochure informative sul servizio per gli enti locali e le imprese. 
Manifesti pubblicitari per far conoscere l'antenna ai cittadini e volantini informativi per i giovani delle scuole.

Gestione della linea telefonica dedicata che è +39 09641901574 cui risponde il personale nelle ore di ufficio (5 giorni a settimana dalle ore 9.00 alle 13.00) direttamente e anche fuori dalle ore di ufficio è prevista l’inoltro di chiamata sui cellulari del personale dedicato per fornire comunque un servizio continuo alle richieste del pubblico e un indirizzo e-mail dedicato Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ben pubblicizzato tra i contatti del sito internet Un account skype dedicato, inserito sul sito web e su tutti le pagine dei social network, sarà disponibile per 9 ore al giorno e consentirà di effettuare video chiamate e contattare lo staff dell’Edic per porre domande o richiedere informazioni dalle ore 9.00 alle ore 18.00 di tutti i giorni della settimana.

Durata attività:

Le attivita sono ancora in corso.

6)Numero verde unico

Il front desk dell'EDIC fornisce risposta diretta alle domande o se necessario provvederà a indirizzare le persone alle reti UE più appropriate o al centro di contatto Europe Direct 0080067891011 o invitandoli a mandare un messaggio al numero 0032472678910 per essere richiamati dal centro di contato Europe Direct;

Durata attività:

Il numero verde è entrato in funzione a partire da Maggio 2005 ed è atualemnte in funzione per tutto il periodo di funzionamento dell'Antenna.

7)Feedback "Calabria&Europa"

L'Antenna fornisce regolarmente un feedback alle Istituzioni comunicando loro le domande più salienti con particolare riferimento quelle formulate tramite il servizio di "mailing list tematiche", i pareri e i suggerimenti forniti dal personale delle Antenne e quelli emersi dagli incontri di informazione e dalle discussioni sui forum digitali.

philoxenia

 

 

 

latuaeu
scn

 

ASSOCIAZIONE EUROKOM - Sede Legale: Via Cavour 4, 89040 Gerace (RC) - Sede Operativa: Palazzo Amaduri - Gioiosa Jonica (RC)
Servizio: Europe Direct "Calabria&Europa" Palazzo Amaduri - Piazza Cinque Martiri Gioiosa Jonica (RC)
Tel. - Fax.: 00 39 0964 1901574 Email: associazioneeurokom@tiscali.it
Sito realizzato con il Finanziamento della Commmissione Europea - Rappresentanza in Italia

8230688
Oggi
Ieri
Questa settimana
Serttimana precedente
Questo mese
Mese precedente
Totali
2693
9409
20543
246670
101163
183470
8230688

Il tuo IP: 35.172.201.102
12-12-2018 06:15
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta