Nuove norme per una mobilità pulita, interconnessa e automatizzata nell'Ue.

Stampa

Il 13 Marzo 2019 la Commissione europea ha adottato nuove norme per aumentare la diffusione sulle strade dell'Ue dei sistemi di trasporto intelligenti cooperativi (C-ITS). Questa nuova tecnologia consentirà ai veicoli di comunicare tra loro, con le infrastrutture stradali e con gli altri utenti e di scambiarsi informazioni, ad esempio, su situazioni pericolose, lavori stradali e temporizzazione dei semafori, rendendo il trasporto stradale più sicuro, pulito ed efficiente.

Le nuove norme sono in linea con le proposte sulla mobilità pulita presentate dalla Commissione Juncker e costituiscono un passo avanti nella modernizzazione del settore europeo della mobilità, per arrivare nella seconda metà del secolo a un impatto climatico zero. Contribuiscono inoltre all'obiettivo a lungo termine dell'Ue di azzerare il numero di morti e feriti gravi sulle strade entro il 2050 (Obiettivo zero vittime).

A questo proposito Violeta Bulc, Commissario Ue per i Trasporti, ha dichiarato:"Pur rimanendo aperte alle nuove tecnologie e alle evoluzioni del mercato, le norme adottate oggi offrono ai costruttori di automobili e ai gestori della rete stradale, tra gli altri, la certezza giuridica tanto attesa per avviare la diffusione su larga scala dei servizi C-ITS in tutta Europa...vero e proprio trampolino di lancio verso una mobilità interconnessa e automatizzata, queste norme contribuiscono in modo significativo alla realizzazione delle nostre ambizioni in materia di sicurezza stradale".

Link:

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-19-1648_en.htm

Fonte:

Commissione europea – Rappresentanza in Italia.