Ultima tappa della riforma del diritto d'autore:"La Commissione europea plaude all'accordo del Consiglio per le nuove norme adattate all'era digitale".

Stampa

Il 15 Aprile 2019 il Consiglio dell'Unione europea ha dato il via libera alla nuova Direttiva sul diritto d'autore che porterà benefici concreti ai cittadini, all'industria creativa, alla stampa, ai ricercatori, agli operatori dell'istruzione e alle istituzioni culturali.

La riforma consentirà di adattare le norme in materia di diritto d'autore alla società contemporanea, dove i servizi di musica in streaming, le piattaforme video on demand, gli aggregatori di notizie e le piattaforme di contenuti caricati dagli utenti sono ormai le principali fonti di fruizione di opere creative e di articoli di stampa.

Questa nuova Direttiva è stata proposta dall’Esecutivo comunitario nel Settembre 2016 e votata dal Parlamento europeo nel Marzo 2019. A questo proposito il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha dichiarato:"Con l'accordo odierno adattiamo le norme sul diritto d'autore all'era digitale...l'Europa disporrà ora di norme chiare che garantiranno un'equa remunerazione ai creatori, maggiori diritti per gli utenti e più responsabilità per le piattaforme...la riforma del diritto d'autore è il tassello mancante del puzzle per ultimare la realizzazione di un mercato unico dell'Ue coerente e completo".

Dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell'Ue, gli Stati membri disporranno di 24 mesi per recepire la Direttiva nel diritto nazionale. La cerimonia di firma delle nuove norme sul diritto d'autore – nonché delle nuove norme volte ad agevolare l'accesso transfrontaliero ai contenuti televisivi e radiofonici online, anch'esse appena adottate dagli Stati membri - avrà luogo mercoledì 17 Aprile presso il Parlamento europeo a Strasburgo.

Link:

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-19-2151_en.htm

http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-19-1849_fr.htm

Fonte:

Commissione europea – Rappresentanza in Italia.