Fondi regioniali dell'UE per le infrastrutture portuale e il divario digitale in Campania.

Due investimenti per un importo totale di 144,7 milioni di Euro a titolo del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), approvati oggi dalla Commissione europea, daranno impulso all'economia e alle imprese della Campania. Il primo investimento Logistica e porti:"Sistema integrato del porto di Salerno prevede un finanziamento di 53,2 milioni di Euro per modernizzare il porto di Salerno, garantendo un accesso più sicuro delle navi di grandi dimensioni ai terminali merci".Il secondo investimento "Banda larga e sviluppo digitale in Campania" prevede un finanziamento di 91,5 milioni di Euro, con i quali l’UE intende aiutare l’Italia a raggiungere gli obiettivi dell'Agenda digitale per l'Europa garantendo l'accesso a Internet ad alta velocità a oltre 2,7 milioni di persone, 119 comuni, 20 ospedali e più di 1600 imprese. I due progetti dovrebbero consentire di creare oltre 400 posti di lavoro.

Il Commissario per la Politica regionale Johannes Hahn, che ha firmato le decisioni, ha dichiarato "Questi progetti sono un esempio di come i fondi regionali dell’UE possono contribuire a sviluppare l’economia del sud Italia, creando migliori condizioni per le imprese e per i cittadini. Agevolando il traffico delle navi cargo nel porto di Salerno la Campania può attirare maggiormente spedizionieri e operatori dei trasporti e questo è un contributo importante alla competitività della regione".

Con riferimento al progetto "Banda larga e sviluppo digitale in Campania" il Commissario Hahn ha aggiunto "Un'infrastruttura a banda larga di buona qualità e a prezzi ragionevoli è cruciale per potenziare competitività e innovazione in Europa. Grazie a un accesso più ampio a Internet ad alta velocità, la regione Campania sarà in grado di sfruttare meglio le opportunità offerte dall’economia digitale:"In primo luogo creare posti di lavoro per i giovani, prevenire la delocalizzazione delle imprese e delle attività economiche e attirare investitori".

L’investimento Logistica e porti:"Sistema integrato del porto di Salerno è finanziato attraverso il programma regionale della Campania cofinanziato dall'UE, nell’ambito della priorità "Accessibilità". L’Unione europea finanzierà attraverso il FESR circa 53,2 milioni di Euro su un investimento totale di 73 milioni di Euro. I lavori inizieranno a Settembre 2014 e dovrebbero essere completati entro la fine del 2015, con la creazione di 235 posti di lavoro.

Il secondo investimento "Banda larga e sviluppo digitale in Campania" è finanziato attraverso il programma regionale della Campania cofinanziato dall'UE, nell’ambito della priorità "Società dell’informazione". L’Unione europea finanzierà attraverso il FESR circa 91,5 milioni di Euro su un investimento totale di 179,4 milioni di Euro. I lavori saranno ultimati entro la fine del 2015 e la realizzazione del progetto dovrebbe portare alla creazione di 182 posti di lavoro.

Contesto

Un "grande progetto" è un progetto il cui investimento totale (IVA inclusa) è superiore a 50 milioni di euro ed è quindi soggetto a una specifica decisione da parte della Commissione europea, mentre altri tipi di progetti sono approvati a livello nazionale o regionale.

Il porto di Salerno appartiene, insieme ai porti limitrofi, alla rete logistica della Regione Campania e svolge un ruolo fondamentale nel sistema commerciale e industriale della regione, accogliendo navi cargo, container, Ro-Ro per il trasporto di mezzi pesanti, automobili e altri veicoli e navi da crociera. Per consentire l’ingresso e la manovra in totale sicurezza di navi più grandi verso i terminal merci, saranno realizzati lavori per ampliare l'ingresso del porto, dragare il fondale e stabilizzare la banchina principale "Trapezio".

Il progetto "Banda larga e sviluppo digitale in Campania" fa parte del piano nazionale banda larga per l’Italia.

Le decisioni di cofinanziamento per questi due progetti rientrano nel periodo di programmazione 2007-2013.

Per l’Italia sono stati stanziati circa 29 miliardi di Euro a titolo della politica di coesione per il periodo 2007-2013 e 32,5 miliardi di Euro per il periodo 2014-2020.

Per ulteriori informazioni

I "grandi progetti" finanziati dall'UE

La politica di coesione dell'UE in Italia 2007-2013

La politica di coesione dell'UE in Italia 2014-2020

Segui su Twitter:

@EU_Regional

@JHahnEU

Fonte:Commissione europea - Rappresentanza in Italia.

philoxenia

 

 

 

latuaeu
scn

 

ASSOCIAZIONE EUROKOM - Sede Legale: Via Cavour 4, 89040 Gerace (RC) - Sede Operativa: Palazzo Amaduri - Gioiosa Jonica (RC)
Servizio: Europe Direct "Calabria&Europa" Palazzo Amaduri - Piazza Cinque Martiri Gioiosa Jonica (RC)
Tel. - Fax.: 00 39 0964 1901574 Email: associazioneeurokom@tiscali.it
Sito realizzato con il Finanziamento della Commmissione Europea - Rappresentanza in Italia

16197762
Oggi
Ieri
Questa settimana
Serttimana precedente
Questo mese
Mese precedente
Totali
8240
13355
34724
8184096
251822
489027
16197762

Il tuo IP: 34.200.252.156
25-11-2020 14:16

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.