Regolamento d’Esecuzione (UE) 2019/368 della Commissione del 4 Marzo 2019 che abroga il Regolamento di esecuzione (UE) n. 444/2013 relativo alla classificazione di talune merci nella nomenclatura combinata.

La Commissione europea,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

visto il regolamento (UE) n. 952/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 ottobre 2013, che istituisce il codice doganale dell'Unione (1), in particolare l'articolo 57, paragrafo 4, e l'articolo 58, paragrafo 2,

considerando quanto segue:

(1)Al fine di garantire l'applicazione uniforme della nomenclatura combinata allegata al regolamento (CEE) n. 2658/87 del Consiglio (2), è necessario adottare disposizioni relative alla classificazione di talune merci.

(2)Con il regolamento di esecuzione (UE) n. 444/2013 (3), la Commissione ha classificato un prodotto ottenuto da semi di soia sgrassati dopo l'estrazione dell'olio e ulteriormente sottoposto a estrazione con acqua ed etanolo per eliminare carboidrati e minerali solubili (il «prodotto interessato») alla sottovoce 2309 90 31 della nomenclatura combinata come «altre preparazioni dei tipi utilizzati per l'alimentazione degli animali».

(3)Per quanto riguarda l'amido nei prodotti di cui alla voce 2309, occorre verificare l'eventuale presenza di un amido applicando un criterio qualitativo (reazione amido-iodio; analisi microscopica). Una volta verificata l'eventuale presenza di amido, viene determinato il tenore di amido di ciascuno dei prodotti di cui alla voce 2309 mediante il metodo polarimetrico (metodo Ewers) di cui all'allegato III, parte L, del regolamento (CE) n. 152/2009 della Commissione (4). Nei casi in cui non possa essere applicato il metodo polarimetrico, ad esempio a causa della presenza di quantità significative delle sostanze specifiche elencate all'articolo 1 del regolamento (CE) n. 121/2008 della Commissione (5), occorre applicare il metodo di analisi enzimatico di cui all'allegato del suddetto regolamento.

(4)Al momento dell'adozione del regolamento di esecuzione (UE) n. 444/2013, l'unico metodo di analisi da applicare al prodotto interessato era il metodo polarimetrico.

(5)Con la sentenza nella causa C-144/15 («Customs Support Holland BV») (6), la Corte ha statuito che un concentrato di proteine di soia che è stato reso idoneo per essere utilizzato come mangime debba essere classificato alla voce 2309. Il concentrato di proteine di soia di cui trattasi nel procedimento principale di tale causa è descritto come ottenuto da fave di soia decorticate, macinate e cotte al vapore di soia che vengono prima sottoposte a un procedimento di estrazione dell'olio. Ciò che rimane è la cosiddetta farina di soia. Tale farina viene quindi trattata con etanolo e acqua per estrarre il grasso residuo, ridurre il tenore di componenti diversi dalle proteine, soprattutto carboidrati o fibre alimentari, ed eliminare talune sostanze nocive. Il concentrato di proteine di soia così ottenuto non contiene tracce dell'etanolo utilizzato e comprende, tra l'altro, proteine e amido.

(6)Il prodotto di cui al procedimento principale nella causa C-144/15 e il prodotto interessato sono sufficientemente simili, in quanto entrambi sono mangimi a base di prodotti di soia, che devono essere classificati alla voce 2309. In entrambi i casi i prodotti non costituiscono un residuo della voce 2304 direttamente derivante dall'estrazione dell'olio di soia, bensì il risultato di un processo in cui il materiale vegetale da cui i prodotti sono stati ottenuti ha perso le sue caratteristiche essenziali.

(7)Il regolamento di esecuzione (UE) 2017/68 della Commissione (7) ha aggiunto i «prodotti a base di soia» all'elenco di materie prime per mangimi di cui all'articolo 1 del regolamento (CE) n. 121/2008 per le quali il tenore di amido delle preparazioni dei tipi utilizzati per l'alimentazione degli animali (voce 2309) deve essere determinato utilizzando il metodo di analisi enzimatico.

(8)Pertanto, nell'interesse della certezza del diritto per quanto riguarda la classificazione tariffaria dei prodotti di cui alla voce 2309 basati su prodotti a base di soia e al fine di garantire l'applicazione uniforme della nomenclatura combinata all'interno dell'Unione europea, il regolamento (UE) n. 444/2013 deve essere abrogato.

(9)È opportuno disporre che le informazioni tariffarie vincolanti rilasciate sulla base del regolamento di esecuzione (UE) 444/2013 per le merci interessate dal presente regolamento che non sono conformi al regolamento stesso possano continuare a essere invocate dal titolare per un determinato periodo, in conformità alle disposizioni dell'articolo 34, paragrafo 9, del regolamento (UE) n. 952/2013. Tale periodo deve essere fissato a tre mesi.

(10)Le misure di cui al presente regolamento sono conformi al parere del comitato del codice doganale,

Ha adottato il seguente Regolamento:

Articolo 1

Il regolamento di esecuzione (UE) n. 444/2013 è abrogato.

Articolo 2

Le informazioni tariffarie vincolanti rilasciate sulla base del regolamento di esecuzione (UE) 444/2013 per le merci interessate dal presente regolamento possono continuare a essere invocate conformemente alle disposizioni dell'articolo 34, paragrafo 9, del regolamento (UE) n. 952/2013, per un periodo di tre mesi dalla data di entrata in vigore del presente regolamento.

Articolo 3

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Fatto a Bruxelles, il 4 Marzo 2019

Per la Commissione,

a nome del Presidente

Stephen QUEST

Direttore Generale

Direzione Generale della Fiscalità e dell'Unione Doganale

Tratto da:

Link:

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=uriserv:OJ.L_.2019.066.01.0001.01.ITA&toc=OJ:L:2019:066:TOC

 

videogioiosafuturoeuropa

idebate1 idebate2 idebate3

philoxenia

 

 

 

latuaeu
scn

 

ASSOCIAZIONE EUROKOM - Sede Legale: Via Cavour 4, 89040 Gerace (RC) - Sede Operativa: Palazzo Amaduri - Gioiosa Jonica (RC)
Servizio: Europe Direct "Calabria&Europa" Palazzo Amaduri - Piazza Cinque Martiri Gioiosa Jonica (RC)
Tel. - Fax.: 00 39 0964 1901574 Email: associazioneeurokom@tiscali.it
Sito realizzato con il Finanziamento della Commmissione Europea - Rappresentanza in Italia

9930244
Oggi
Ieri
Questa settimana
Serttimana precedente
Questo mese
Mese precedente
Totali
11352
11874
62129
1910176
238435
257041
9930244

Il tuo IP: 34.229.151.87
25-05-2019 20:53
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta