Regolamento d’Esecuzione (UE) 2019/915 della Commissione del 4 Giugno 2019 che istituisce un dazio antidumping definitivo sulle importazioni di alcuni tipi di fogli di alluminio in rotoli originari della Repubblica Popolare Cinese.

La Commissione europea,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

visto il regolamento (UE) 2016/1036 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'8 giugno 2016, relativo alla difesa contro le importazioni oggetto di dumping da parte di paesi non membri dell'Unione europea (1) («il regolamento di base»), in particolare l'articolo 11, paragrafo 2,

considerando quanto segue:

1.PROCEDURA

1.1.Misure in vigore

(1)Nel marzo 2013, a seguito di un'inchiesta antidumping («inchiesta originaria»), con il regolamento di esecuzione (UE) n. 217/2013 (2) («regolamento definitivo») il Consiglio ha istituito un dazio antidumping definitivo sulle importazioni di alcuni tipi di fogli di alluminio in rotoli attualmente classificabili ai codici NC ex 7607 11 11 ed ex 7607 19 10 e originari della Repubblica popolare cinese («la RPC»).

(2)Il regolamento definitivo ha istituito un dazio antidumping con aliquote comprese tra il 14,2 % e il 15,6 % sulle importazioni dei produttori esportatori che hanno collaborato inclusi nel campione, un'aliquota del 14,6 % per le società che hanno collaborato non incluse nel campione e un'aliquota del 35,6 % per tutti gli altri produttori esportatori nella RPC.

1.2.Apertura di un riesame in previsione della scadenza

(3)Il 14 giugno 2017 la Commissione ha pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea (3) un avviso di imminente scadenza delle misure antidumping in vigore sulle importazioni di alcuni tipi di fogli di alluminio in rotoli originari della RPC.

(4)Il 14 dicembre 2017, otto produttori dell'Unione (ALEURO Converting Sp. z. o.o., CeDo Sp. z.o.o., Cuki Cofresco SpA, Fora Folienfabrik GmbH, ITS B.V., Rul-Let A/S, SPHERE SA e Wrapex Ltd) («i richiedenti»), che rappresentano più del 40 % della produzione totale di alcuni tipi di fogli di alluminio in rotoli nell'Unione europea («l'Unione»), hanno presentato una domanda di riesame a norma dell'articolo 11, paragrafo 2, del regolamento di base.

(5)La domanda dei richiedenti è motivata dal fatto che la scadenza delle misure implica il rischio di persistenza o reiterazione del dumping e del pregiudizio per l'industria dell'Unione.

(6)Avendo stabilito che esistevano elementi di prova sufficienti per l'apertura di un riesame in previsione della scadenza, il 13 marzo 2018 la Commissione ha pubblicato un avviso di apertura del riesame nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea (4) («avviso di apertura»).

1.3.Periodo dell'inchiesta di riesame e periodo in esame

(7)L'inchiesta relativa al rischio di persistenza o reiterazione del dumping e del pregiudizio ha riguardato il periodo tra il 1o gennaio 2017 e il 31 dicembre 2017 («periodo dell'inchiesta di riesame» o «PIR»).

(8)L'analisi delle tendenze utili per valutare il rischio di persistenza o reiterazione del pregiudizio ha riguardato il periodo compreso tra il 1o gennaio 2014 e la fine del periodo dell'inchiesta di riesame («il periodo in esame»).

1.4.Parti interessate

(9)Nell'avviso di apertura la Commissione ha invitato tutte le parti interessate a manifestarsi al fine di partecipare all'inchiesta. La Commissione ha informato espressamente dell'apertura del riesame in previsione della scadenza i richiedenti, i produttori noti dell'Unione e le rispettive associazioni, gli importatori noti di alcuni tipi di fogli di alluminio in rotoli dell'Unione, le autorità della RPC e i produttori esportatori noti della RPC, invitandoli a collaborare.

(10)A tutte le parti interessate è stata offerta la possibilità di presentare osservazioni sull'apertura dell'inchiesta e di chiedere un'audizione alla Commissione e/o al consigliere auditore nei procedimenti in materia commerciale. Nessuna delle parti interessate ha chiesto un'audizione.

Nb:Per visionare il testo integrale consultare il link sottostante.

Link:

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=uriserv:OJ.L_.2019.146.01.0063.01.ITA&toc=OJ:L:2019:146:TOC

 

videogioiosafuturoeuropa

idebate1 idebate2 idebate3

filmuzik banner

philoxenia

 

 

 

latuaeu
scn

 

ASSOCIAZIONE EUROKOM - Sede Legale: Via Cavour 4, 89040 Gerace (RC) - Sede Operativa: Palazzo Amaduri - Gioiosa Jonica (RC)
Servizio: Europe Direct "Calabria&Europa" Palazzo Amaduri - Piazza Cinque Martiri Gioiosa Jonica (RC)
Tel. - Fax.: 00 39 0964 1901574 Email: associazioneeurokom@tiscali.it
Sito realizzato con il Finanziamento della Commmissione Europea - Rappresentanza in Italia

10786695
Oggi
Ieri
Questa settimana
Serttimana precedente
Questo mese
Mese precedente
Totali
2013
8606
19047
2805721
166427
310477
10786695

Il tuo IP: 34.236.38.146
21-08-2019 05:18
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta