Regolamento Delegato (UE) 2020/1083 della Commissione del 14 Maggio 2020, che integra il Regolamento (UE) 2019/517 del Parlamento europeo e del Consiglio.

La Commissione europea,

visto il trattato sul funzionamento dell’Unione europea,

visto il regolamento (UE) 2019/517 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 marzo 2019, relativo alla messa in opera e al funzionamento del nome di dominio di primo livello.eu, che modifica e abroga il regolamento (CE) n. 733/2002 e abroga il regolamento (CE) n. 874/2004 della Commissione (1), in particolare l’articolo 8, paragrafo 1,

considerando quanto segue:

(1)Scopo del presente regolamento è stabilire i criteri di ammissibilità e di selezione, nonché la procedura per la designazione del registro incaricato dell’organizzazione, dell’amministrazione e della gestione del dominio di primo livello.eu.

(2)Il registro dovrebbe essere selezionato sulla base di una procedura di selezione aperta, trasparente e non discriminatoria, che consenta un processo di selezione equo e competitivo. A tal fine, e per ottenere il massimo numero possibile di candidati idonei, l’invito per la selezione dovrebbe essere pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

(3)Al fine di garantire la trasparenza del processo e un uso efficiente delle risorse, la procedura di selezione dovrebbe essere organizzata dalla Commissione in due fasi.

(4)Durante la prima fase della procedura, la Commissione dovrebbe verificare l’ammissibilità dei candidati al fine di garantire che siano conformi alle caratteristiche minime del registro stabilite nel regolamento (UE) 2019/517.

(5)Durante la seconda fase della procedura, la Commissione dovrebbe stilare una graduatoria dei candidati ammissibili sulla base di criteri che garantiscano che l’organizzazione, l’amministrazione e la gestione del dominio di primo livello.eu siano in linea con gli obiettivi di sostegno del mercato unico digitale, costruzione di un’identità europea online e promozione delle attività online transfrontaliere. Al fine di garantire il conseguimento di tali obiettivi, nell’ambito della procedura di selezione la Commissione dovrebbe attribuire un peso adeguato alla qualità del servizio, alle risorse umane e tecniche assegnate e alla capacità finanziaria dei candidati.

(6)Per garantire una supervisione tempestiva e adeguata delle funzioni principali del registro, l’infrastruttura necessaria per svolgere tali funzioni dovrebbe essere situata nell’Unione. Tale infrastruttura dovrebbe comprendere, tra l’altro, le componenti hardware e software e le altre strutture necessarie per l’amministrazione, il funzionamento e la gestione del dominio di primo livello.eu, quali la banca dati per i dati di registrazione del dominio di primo livello.eu, la banca dati per i registrar accreditati del dominio di primo livello.eu, il server di competenza primario per il dominio di primo livello.eu, il deposito di dati presso terzi per il file di zona del dominio di primo livello.eu e le informazioni relative alla registrazione del nome di dominio, il sistema dei servizi di interrogazione pubblici (public query services) e il sito web con le informazioni aggiornate sulle politiche e la registrazione per il dominio di primo livello.eu.

(7)Al fine di garantire un livello adeguato di gestione del dominio di primo livello.eu, l’invito per la selezione pubblicato dalla Commissione dovrebbe fissare, sulla base dei criteri di selezione, una soglia minima che i candidati devono raggiungere per poter essere designati come registro.

(8)Per garantire la trasparenza della procedura, la Commissione dovrebbe motivare le proprie decisioni e comunicare tali motivazioni ai candidati.

(9)Il candidato che sulla base del punteggio di valutazione risulti al primo posto in graduatoria dovrebbe essere designato come registro. Nel caso in cui il contratto con il registro designato non sia stipulato, la Commissione dovrebbe poter designare come registro il candidato successivo in graduatoria.

(10)Affinché la procedura di selezione del registro, che deve essere conclusa entro il 12 ottobre 2021 con la firma del contratto, sia equa e competitiva, il presente regolamento dovrebbe entrare in vigore il giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Nb:Per visionare il testo integrale consultare il link sottostante.

Link:

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=uriserv:OJ.L_.2020.239.01.0001.01.ITA&toc=OJ:L:2020:239:TOC

 

Nb: Ritenete che possiamo migliore le nostre attività, oppure siete soddisfatti?

Cliccando sul link sottostante potrete esprimere, in modo anonimo, una valutazione su Eurokom "Calabria&Europa", Centro Europe Direct di Gioiosa Ionica:

http://occurrence-survey.com/edic-users-satisfaction/page1.php?lang=it

philoxenia

 

 

 

latuaeu
scn

 

ASSOCIAZIONE EUROKOM - Sede Legale: Via Cavour 4, 89040 Gerace (RC) - Sede Operativa: Palazzo Amaduri - Gioiosa Jonica (RC)
Servizio: Europe Direct "Calabria&Europa" Palazzo Amaduri - Piazza Cinque Martiri Gioiosa Jonica (RC)
Tel. - Fax.: 00 39 0964 1901574 Email: associazioneeurokom@tiscali.it
Sito realizzato con il Finanziamento della Commmissione Europea - Rappresentanza in Italia

14795963
Oggi
Ieri
Questa settimana
Serttimana precedente
Questo mese
Mese precedente
Totali
10016
12188
22204
6807797
39512
327712
14795963

Il tuo IP: 3.226.245.48
04-08-2020 15:49
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta