Renzi:“Il nostro grande obiettivo del semestre è quello di restituire speranza,passione e entusiasmo ai cittadini europei,che sono i nostri stakeholder,il motivo per cui lavoriamo”.

“Il nostro grande obiettivo del semestre è quello di restituire speranza,passione,ed entusiasmo ai cittadini europei,che sono i nostri stakeholder...sono loro il motivo per cui lavoriamo”.Questo è quanto evidenziato dal premier Matteo Renzi a Villa Madama dopo l'incontro con il Presidente della Commissione europea José Barroso.

”Il nostro Paese deve essere più semplice,solo così diventerà più forte…la flessibilità non è una richiesta dell'Italia,serve all'Europa non all'Italia…a noi occorre il processo di riforme che abbiamo avviato…non esiste nessuna polemica tra noi ed il governo tedesco in ordine alla gestione della stabilità e della flessibilità…la convinzione è che bisogna innanzitutto condividere insieme le regole che ci siamo dati,che dicono stabilità ma anche crescita,perché senza crescita distruggiamo un pezzo di futuro…il rapporto che attualmente c'è con la cancelliera Angela Merkel è ottimo…ho molto apprezzato la presa di posizione del governo tedesco di queste ore…non conosco Juncker personalmente,l'ho già detto,ma l'ho votato perché c'era un documento approvato dopo il passaggio a Ypres in cui si enunciava un Agenda strategica per l'Europa…sono certo che Juncker lo rispetterà…penso che dobbiamo rispettare le regole”,ha continuato Renzi.”Per ciò che concerne la discussione sul nome del futuro Presidente della Commissione europea il Consiglio ha fatto una scelta a maggioranza,un fatto significativo, indicando Jean-Claude Juncker quale proposta al parlamento…adesso toccherà a lui individuare le figure della Commissione e valuteremo sulla base delle sue scelte…quanto al primo Ministro britannico David Cameron al Consiglio europeo dico che ha fatto una battaglia che rispetto,ma non ho condiviso,dal momento che ho votato a favore di Juncker,ma è fondamentale per l'Europa che il Regno Unito sia dentro la grande sfida europea...alcune posizioni di Cameron sono condivisibili”,ha dichiarato Barroso.

”Cameron ha posto un tema sulla persona Juncker,ma non sul documento del Consiglio europeo sul quale anche lui ha votato a favore…in queste ore c'è un numero record di donne e uomini,bambini e bambine,che arrivano sulle nostre coste…l'Italia li salva perchè non si può consentire di lasciare alla deriva navi con bambini,ma ci tengo a ribadire fortemente che il Mediterraneo non è il mare dell'Italia…è la frontiera dell'Europa,o meglio il cuore…a tale proposito serve una politica europea…ne abbiamo parlato con i francesi all'ultimo vertice europeo…occorre un rafforzamento di Frontex, Frontex plus e a mio avviso ci sono state parole incoraggianti”,ha concluso il nostro premier.

 readywomen

videogioiosafuturoeuropa

idebate1 idebate2 idebate3

 

philoxenia

 

 

 

latuaeu
scn

 

ASSOCIAZIONE EUROKOM - Sede Legale: Via Cavour 4, 89040 Gerace (RC) - Sede Operativa: Palazzo Amaduri - Gioiosa Jonica (RC)
Servizio: Europe Direct "Calabria&Europa" Palazzo Amaduri - Piazza Cinque Martiri Gioiosa Jonica (RC)
Tel. - Fax.: 00 39 0964 1901574 Email: associazioneeurokom@tiscali.it
Sito realizzato con il Finanziamento della Commmissione Europea - Rappresentanza in Italia

12448169
Oggi
Ieri
Questa settimana
Serttimana precedente
Questo mese
Mese precedente
Totali
4391
10324
70609
4411218
245100
397830
12448169

Il tuo IP: 18.210.24.208
26-01-2020 09:54
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta